Un viaggio lungo 40 anni

1983-2023: quest’anno Intercomp festeggia i suoi 40 anni di attività, un periodo lungo un’epoca, ricco di innovazioni, cambiamenti storici e nuove sfide affascinanti.

 

  • Ma com’è nata l’azienda?
  • Qual è stata la visione imprenditoriale che ha permesso di creare una realtà che da quattro decenni progetta e produce hardware informatico?
  • Quali sono le sfide per il futuro?

 

Di seguito risponderemo a tutte queste domande, raccontando la storia dell’azienda con le testimonianze dirette dei fondatori, aneddoti interessanti, cimeli e foto d’epoca.

Loghi Intercomp
Logo Intercomp

La nostra storia

I fondatori dei colossi dell’informatica ci hanno sempre raccontato che ogni azienda operante nel settore dell’hardware informatico dovrebbe aver mosso i primi passi nel garage di uno dei fondatori.

E anche Intercomp è nata così. Da una visione lungimirante di Diego Carcereri, Domenico Giacomin e Gianfranco Zanotti, proprio in un garage a San Pietro in Cariano in Valpolicella, Provincia di Verona, nell’ormai lontano 1983, in un periodo di fermento tecnologico in cui tutto sembrava possibile.

Partendo come produttori di schede elettroniche e PC compatibili, l’azienda è arrivata a progettare e produrre il proprio Personal Computer compatibile con MS-DOS già nel 1984.

Inizia quindi la progettazione e la produzione di dispositivi a marchio proprio dedicati al mondo office, sia PC che tutte le parti principali. Vengono stipulati da subito i primi contratti con aziende come Microsoft e Intel®, di cui siamo ancora oggi partner tecnologici, strettamente legati da anni di eccellenti collaborazioni.

Da ricordare poi la collaborazione con la storica Olivetti, per cui Intercomp ha prodotto dispositivi office per molti anni, e che rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per l’imprenditoria italiana.

Nel corso degli anni l’azienda ha affrontato vari cambi di sede (prima ad Arbizzano, poi in Zona Industriale a Bussolengo) con raddoppio costante di spazi e personale, trasformandosi nel 1986 da S.r.l. a S.p.A.

Nel 1990 è stata inaugurata la nuova sede di proprietà, dove Intercomp si è ampliata notevolmente, ritagliandosi il proprio spazio nel settore della progettazione e della produzione hardware e introducendo gradualmente la linea di prodotti dedicati al mondo industriale.

Nel 2013 però Gianfranco ci ha lasciato.

 

Intercomp ha accusato il colpo. Come quei pugili che incassano la botta dell’avversario e che rimangono intontiti e quasi inermi per un istante che sembra eterno, in bilico tra il KO e la ripresa del match.

 

Il vuoto lasciato è stato ed è tuttora incolmabile, ma l’azienda ha scelto di riprendere il suo percorso, ispirandosi e onorando l’impegno dei suoi fondatori.

 

Come in quel vecchio garage negli anni Ottanta.

Gianfranco Zanotti

I protagonisti

In occasione dei 40 anni di Intercomp abbiamo chiesto a Diego Carcereri, Domenico Giacomin e Mirco Zanotti (figlio di Gianfranco) qualche pensiero su passato, presente e futuro dell’azienda, oltre a qualche aneddoto interessante.

Diego Carcereri

Diego Carcereri

Io e Domenico avevamo aperto a San Michele Extra (quartiere di Verona) un laboratorio di assistenza tecnica per radio, TV, Hi-Fi, ponti radio-TV ed elettronica in generale e lavoravamo per parecchi marchi illustri, come Siemens, Akai, Aiwa e molti altri. Avevamo anche cominciato ad approcciare il primo microprocessore Z80 inventato dall’ingegner Federico Faggin.

Un giorno un amico radioamatore ci disse: “C’è una persona che conosco che si occupa di computer Apple, dovete assolutamente conoscervi”. Era Gianfranco. Capimmo subito tutti e tre che il nostro futuro era occuparci di PC e cominciammo a interessarci a tutto quello che succedeva nel mondo relativamente a questo ambito.

Il 28 giugno 1983 venne costituita la società Intercomp S.r.l., che produceva schede Apple e poi computer Apple II compatibili, completando l’offerta con monitor e stampanti. Quando poi uscì sul mercato il PC IBM con MS-DOS decidemmo di spostare lì il nostro business.

Nel 1987 a Nizza firmammo il contratto di licenza con Microsoft, direttamente con il fondatore Bill Gates.

La qualità del prodotto è stata sin dai primi momenti un parametro essenziale nella nostra visione. Il nostro obiettivo era fornire soluzioni intuitive in grado di garantire continuità di funzionamento, per differenziarci dal resto del mercato che molto spesso si basava solo su logiche di prezzo.

Ci tengo a ricordare con affetto l’amico Gianfranco, senza di lui non saremmo qui a festeggiare i 40 anni di Intercomp. Allo stesso modo un doveroso ringraziamento va alle nostre mogli e alle nostre famiglie, che ci hanno sempre supportato (e sopportato) in tutti questi anni.

Domenico Giacomin

Domenico Giacomin

Sono passati 40 anni dall’inizio della nostra avventura ma ricordo ancora bene che quel 28 giugno del 1983, alla firma della costituzione della società, mi tremavano le gambe.

Se dovessimo ripercorrere tutta la nostra storia ci vorrebbero gigabyte di dati.

Sono convinto però che l’azienda sia arrivata a festeggiare questo traguardo anche grazie ai numerosi collaboratori che sono passati in Intercomp nel corso di questi anni. Tutte queste persone hanno profuso uno straordinario impegno e un senso di responsabilità encomiabile nei confronti dell’azienda.

Il segreto della nostra longevità e del nostro successo ritengo sia credere in quello che si fa, restare uniti, superare insieme le difficoltà, confrontarsi, condividere forze e competenze, anche nei momenti più difficili.

Tra gli aneddoti interessanti ricordo la partecipazione al Festival di San Remo 1991, come “addetti ai lavori” nella fornitura di un sistema computerizzato, con tanto di programma elaborato appositamente, dedicato al rilascio dei pass da parte dell’ufficio accrediti del Festival.

Non può mancare infine un pensiero speciale nei confronti di chi ha rappresentato la scintilla che ha permesso di arrivare dove siamo arrivati.

Grazie Gianfranco, sei sempre con noi.

Mirco Zanotti con il padre Gianfranco

Mirco Zanotti

“Il cambiamento parte dal coraggio di voler cambiare qualcosa, dall’opportunità di poterlo fare, dalla volontà di volerlo fare e dalle possibilità che ti possono dare le persone all’interno dell’azienda.”

In 40 anni Intercomp è cresciuta, è cambiata continuamente, si è trasformata. Oggi siamo un’azienda manageriale con donne e uomini che portano conoscenza, idee, valore e passione. Queste persone creano ogni giorno gli stimoli per migliorare, sostenuti dalla curiosità di scovare nuove opportunità per progettare e produrre nuove soluzioni.

Intercomp oggi è composta da queste persone che impiegano il proprio tempo prezioso con ottimismo, persone intelligenti e capaci nell’affrontare e risolvere problemi, persone che non si abbattono di fronte alle complicazioni quotidiane, il cui focus è la totale soddisfazione del cliente.

Ogni giorno vedo collaboratori che hanno fame, che non mollano mai, che non danno nulla per scontato, sostenuti dallo spirito che ci muove verso il miglioramento. Perché non possiamo non migliorarci.

Intercomp oggi è un team di persone affiatate che condividono le idee, le esperienze e i successi proprio nell’ottica di un continuo miglioramento e crescita.

Tutto questo quindi non sarebbe stato possibile senza tutti i collaboratori che hanno sostenuto Intercomp in questi anni.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza Diego – dal quale ho imparato tantissimo, con il suo modo di fare per alcuni magari burbero ma che nasconde sempre quel lato riflessivo e saggio che mi ha spesso fatto ragionare nelle scelte – senza Domenico – che con la sua passione, la voglia, il continuo desiderio di imparare e scoprire ha sempre alimentato quella fantasia che ci ha consentito di realizzare le nostre soluzioni – ma anche senza l’aiuto di papà Gianfranco – che mi ha educato sia nella vita che sul lavoro facendomi capire quanto è importante il rispetto delle persone, delle mansioni, dei ruoli e insegnandomi cosa significhi il lavoro.

Grazie a Sonia ed Enrico, la seconda generazione che avanza all’interno della famiglia Intercomp, che riescono a portare dei punti di vista diversi ma sempre interessanti.

Grazie a tutti i collaboratori, senza di loro non potremmo essere qui dopo 40 anni.

Grazie a loro abbiamo la consapevolezza di poter festeggiare anche i prossimi 40 anni.

Un viaggio lungo 40 anni

Intercomp nei suoi 40 anni ha attraversato tutte le epoche relative allo sviluppo dell’informatica, dalla nascita del primo PC fino ai giorni nostri.

Nel corso degli anni sono stati innumerevoli i cambiamenti, anche epocali, che la nostra azienda è riuscita a recepire, aggiornandosi continuamente e incrementando la propria esperienza, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Per concludere questo articolo ecco una galleria di immagini che include materiali “vintage”. Alcuni di questi oggetti, nel momento in cui la foto è stata scattata, rappresentavano la tecnologia di punta allora disponibile.

Possono far sorridere per la loro obsolescenza, possono far emozionare ricordando con nostalgia gli anni passati.

Di sicuro Intercomp non dimentica il suo luminoso passato, ma fa tesoro di ogni esperienza vissuta per affrontare il presente e programmare il suo futuro.

“Le sfide ci sono sempre piaciute e sono uno stimolo continuo per tutti noi. Se non fosse così non ci saremmo messi a progettare e produrre mainboard o a realizzare un Personal Computer tutto italiano quando il mercato era dominato da americani e giapponesi.

Non sappiamo quali saranno le sfide di domani, ma sono sicuro che noi saremo pronti ad affrontarle.”

Gianfranco Zanotti